Piccole e grandi aziende hanno spesso esigenze particolari per lavorare con i loro automezzi, a secondo dell’attività che svolgono.

Un classica esportazione temporanea riguarda infatti questi automezzi, ordinati ai garagisti, e che spesso, per apportare modifiche richieste dal cliente, si rivolgono a specialisti di oltre confine. Camion e furgoni vengono dunque esportati temporaneamente e reimportati una volta conclusa la modifica.
L’esportazione temporanea permette in questo caso di pagare l’iva sul valore dell’intervento sul mezzo e in base alla modifica apportata, (per esempio viene applicato un pezzo Extra-cee), verrà pagato il dazio.
Sulla fattura infatti deve essere indicato l’elenco dei pezzi montati sul mezzo, indicandone il paese di origine. 
La precisione nella presentazione della documentazione sia nel caso di una importazione che in una esportazione deve essere sempre eseguito da personale qualificato, in modo da non incorrere in spiacevoli imprevisti con la dogana.
Per maggiorni informazionie contattarci compili il form sottostante.